×

Pisatour.it

VIAREGGIO

VIAREGGIO

Nata come “unica finestra sul mare” per i lucchesi, Viareggio ha nella torre Matilde ciò che resta dell'edificio più antico della zona, una fortificazione cinquecentesca che ingloba blocchi di un castello di epoca medievale e che fu costruita per difendersi dalla costante minaccia dei pirati lungo la costa. Tutt'intorno a questa fortificazione nacque un piccolo centro abitato. Area paludosa e malarica è stata bonificata nei secoli ed è riuscita con il tempo a cambiare completamente volto.

Dopo aver ideato speciali cateratte sul canale Burlamacca per regolare il deflusso delle acque, nel XVIII sec. venne creata lungo la spiaggia una striscia di bosco e pini, ciò che diventerà in seguito la rinomata pineta di Viareggio. Numerose famiglie nobili lucchesi decisero di stabilirsi nella zona dando alla cittadina impulsi sempre maggiori. Le attività di pesca, cantieristica e marineria velica assunsero notevole importanza tanto che nel 1819 la duchessa di Lucca Maria Luisa di Borbone decretò la costruzione della prima darsena e nel 1820 elevò Viareggio al rango di "città" facendovi costruire una lussuosa residenza, Villa Borbone, da poco restaurata e utilizzata come sede di eventi e spettacoli. Nel 1822 anche Paolina Bonaparte scelse Viareggio per farvi edificare una villa in stile neoclassico, Villa Paolina, che costituisce un unicum in questa zona e che ospita oggi il Museo Preistorico “Blanc”, la Pinacoteca “Lorenzo Viani” oltre al Museo degli Strumenti musicali Giovanni Giuffedra.

Tutto questo fervore, la felice posizione geografica, la bellezza della spiaggia e della pineta dettero l'impulso per l'inizio di una nuova stagione per Viareggio, quella caratterizzata dall'usanza dei bagni di mare: la città si avviò ad essere un centro balneare rinomato e, per tutto il XIX sec, si proseguì nella edificazione di stabilimenti balneari. All'inizio del Novecento con la creazione della Passeggiata a mare con i suoi eleganti negozi e bar, la città fu definita la "Perla del Tirreno", un centro mondano, culturale e turistico apprezzato in tutta Europa e caratterizzato da un'architettura costituita da numerosi edifici in stile liberty e decò. Tra questi non va dimenticato il Gran Caffè Margherita frequentato e tanto amato dal grande compositore Giacomo Puccini.

Viareggio non è solo mare, stabilimenti balneari e pinete ma ha ottenuto fama internazionale anche per il suo Carnevale ed i suoi carri allegorici di cartapesta che da quasi un secolo colorano e animano la Passeggiata a mare. Agli inizi del XXI sec. è stata inaugurata la Cittadella del Carnevale costituita da capannoni nei quali vengono ideati e costruiti i carri e che ospita il Museo del carnevale.

Per una visita guidata di Viareggio, cliccate qui.

Per consultare gli altri tour da noi proposti, cliccate qui.

Torna indietro