×

Pisatour.it

LA CROCE DEL MARE AL MUSEO DI SAN MATTEO

postato il: 29/06/2016 - LA CROCE DEL MARE AL MUSEO DI SAN MATTEO

LA CROCE DEL MARE AL MUSEO DI SAN MATTEO

Pisa - Museo Nazionale di San Matteo: Domenica 3 luglio ore 11,00 - ingresso gratuito

La Croce del Mare
Nella sala delle croci dipinte del Museo Nazionale di San Matteo, tra le pi¨ importanti del Medioevo italiano e profondamente suggestiva per il messaggio trasmesso dai volti del Cristo, triumphans, con occhi aperti e volto sereno, o patiens, sofferente e umanamente accasciato, si accoglie, inserendola in una “sequenza naturale” e di piena integrazione, la Croce proveniente da Lampedusa che prende il posto della croce di San Ranierino di Giunta di Capitino, ora in restauro.

Realizzata con il legno dei relitti delle imbarcazioni che trasportano chi fugge dalle persecuzioni, dalla guerra e dalla fame e che, molto spesso, non riesce a raggiungere quella terra dove pensa di poter ricevere aiuti e costruire un futuro migliore, la Croce vuole indurre a far riflettere su questa grave e dolorosa emergenza.

Il Museo Nazionale di San Matteo ha voluto credere che questo gesto simbolico, portatore di un messaggio universale di pace e inclusione, sia accolto con interesse e partecipazione dai visitatori ed ha voluto chiedere al falegname Francesco Tuccio, dell’isola di Lampedusa, di realizzare questa semplice croce che assembla due assi di legno delle imbarcazioni dei migranti, assi che con la loro usura stanno a significare povertÓ e sofferenza.

Il “Falegname di Lampedusa”, pur avendo ormai una certa notorietÓ da quando Papa Francesco, nel corso di una celebrazione religiosa all’isola, si Ŕ accompagnato ad una piccola croce proprio composta da Tuccio ed ancora per aver esposto in una sede prestigiosa quale il British Museum di Londra un’altra croce, sottolinea sempre le vere motivazioni che lo hanno portato a queste realizzazioni con le quali intende diffondere il sentimento di fratellanza.

La Croce del Mare verrÓ presentata il 3 luglio prossimo alle ore 11 presso la “Sala delle croci” del Museo Nazionale di San Matteo e rimarrÓ esposta fino ad aprile 2017.